Elisabetta: una buona moglie dalla forte personalità

Un angelo apparve a Zaccaria annunciandogli che la preghiera che egli faceva da tanto tempo si sarebbe esaudita, e cioè che sua moglie Elisabetta avrebbe partorito un figlio, al quale avrebbe posto il nome di Giovanni.

Elisabetta si sentiva una donna disonorata, perché Dio non le concedeva un figlio, e a quei tempi era considerata una vergogna, poiché sembrava che Dio non l’avesse benedetta. Nel canto di lode sito in Luca 1: 67-69 si denota come l’infelicità della coppia Zaccaria – Elisabetta si trasformò in gioia immane. Infatti nel medesimo canto Zaccaria loda l’Iddio Altissimo per il figlio concessogli, perché proprio quel figlio gli sarà consacrato per l’annunciazione del Cristo prima della sua venuta attraverso la profetizzazione mediante lo Spirito Santo.

Elisabetta era una donna fedele ed ella insieme al marito pregava affinché Dio gli concedesse un figlio, malgrado la sua infertilità. Da qui possiamo notare la sua pazienza e la sua fede, fino alla risposta di Dio. Ella era una donna pia, discendeva dalla famiglia di Aronne ed era moglie di un sacerdote, e si può dire che anche con il suo modo di fare fu una buona moglie.

Scritto da Naomi Petta.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *