I rapporti sociali

La parola chiave è AMORE

La nuova vita che il credente abbraccia accettando Gesù ed entrando a far parte del popolo di Dio è connotata da ciò che è espresso in una parola molto semplice quanto grandiosa: Amore. È l’Amore, infatti, che include e perfeziona tutti i comandamenti antichi: “Non abbiate altro debito con nessuno, se non di amarvi gli uni gli altri; perché chi ama il prossimo ha adempiuto la legge”. – (Rm13:8).
“L’amore non fa nessun male al prossimo; l’amore quindi è l’adempimento della legge” – (Rm 13:10).

Non mancano, è vero, persone totalmente prive di fede che pur si amano tra loro. Madri miscredenti amano incondizionatamente i loro figli e si sacrificano per il loro bene; persone agnostiche ma filantrope fanno un gran bene all’umanità.
Ma non siano ancora all’amore veramente biblico, perché quest’ultimo tipo di amore non è mosso da sentimenti o motivi umani, ma dall’Amore di Dio e dall’imitazione di Gesù.

“Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, perché l’amore è da Dio e chiunque ama è nato da Dio e conosce Dio. Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore. In questo si è manifestato per noi l’amore di Dio: che Dio ha mandato il suo Figlio unigenito nel mondo affinché, per mezzo di lui, vivessimo. In questo è l’amore: non che noi abbiamo amato Dio, ma che egli ha amato noi, e ha mandato suo Figlio per essere il sacrificio propiziatorio per i nostri peccati. Carissimi, se Dio ci ha tanto amati, anche noi dobbiamo amarci gli uni gli altri”. –1Gv 4:7-11.

La Bibbia nel NT. ribadisce più volte che il credente è chiamato (“obbligato”) ad essere onesto, responsabile ed amorevole nei suoi rapporti con gli altri. Questo concetto è già espresso nell’Antico Testamento:
“…….O uomo, egli ti ha fatto conoscere ciò che è bene; che altro richiede da te il SIGNORE, se non che tu pratichi la giustizia, che tu ami la misericordia e cammini umilmente con il tuo Dio”? – (Michea 6:6-8).

 il credente deve adempiere il suo obbligo d’Amore; sia verso Dio, sia verso coloro che ancora non credono, sia verso i suoi fratelli e le sue sorelle in fede. Tenendo presente che l’amore è “diverso”.
 Così dunque, finché ne abbiamo l’opportunità, facciamo del bene a tutti; ma specialmente ai fratelli in fede”. Gal 6:10

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *